Taxi e Uaua - Alloggio a Cuba

Vai ai contenuti

Menu principale:

Taxi e Uaua

Spostamenti

Di taxi ne esistono di diversi tipi in ordine di prezzo dal più caro al più economico:
I più confortevoli e costosi di colore neri, bianco, rosso;
I gialli un pò scassatelli;
I taxi particular privati di vari modelli e colore senza la scritta taxi (chiedono loro)
Coco taxi a forma di cocinella motorizzati che sono per turisti, ottimi per la ventilazione in giornate calde, non tanto per i prezzi piuttosto alti.


Bici taxi che sono azionati dai muscoli di un cubano ciclista, usati anche dalla gente del posto. Molto spesso il prezzo della corsa lo fanno fare al cliente.
Taxi collettivi con auto d'epoca anni 50 nei quali si sale in diversi.
E' necessario però conoscere in anticipo la tratta da fare perchè sono               
vincolati a percorsi fissi. Questi ultimi sono comunque i più economici usati
dai Cubani. Si paga in moneta Nacional circa 10 pesos per tratta a persona nel tratto cittadino.
Per gli spostamenti fuori dell'interland di Habana dalle piazze alla sinistra del Capitoglio partono dei "mezzi" (jeep o auto d'epoca) dai 4/7/8 posti + il guidatore dove di paga in CUC (per S.ta Maria / Guanabo 1 CUC)
Altre possibilità  per spostarsi sono :
La Uaua (si pronuncia così) o Bus dove si paga con una monetina da 25 cent
Non manca la possibilità comunque di noleggiare un auto dove una utilitaria la più
economica ha un costo di circa 45 /70 CUC giornaliero variabile con il periodo.
Inoltre anche piccole motociclette possono essere noleggiate a 16 CUC giornaliero

Lo spostamento ad Habana come già trattato in precedenza offre una moltitudine di mezzi. Personalmente mi sono trovato particolarmente bene, sia per la correttezza la disponibilità e non meno importante per l'aspetto economico da privati che avendo l'auto ti portano dove chiedi e ti aspettano senza sovraprezzi. E' possibile accordarsi con il taxista per l'intera giornata dalle 9 di mattina fino alle 7 di sera per essere scarrozzati in Habana con cifre da 30/40 pesos diario.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu